Per delle palpebre più belle
Blefaroplastica Napoli

Blefaroplastica Napoli

Intervento di Blefaroplastica a Napoli

Chirurgia estetica delle palpebre

La chirurgia estetica della zona occhi è la blefaroplastica, la comune procedura ideale per eliminare l’eccesso di pelle e grasso sopra (blefaroplastica superiore) o sotto gli occhi (blefaroplastica inferiore). La blefaroplastica tonifica la sottile pelle intorno agli occhi eliminando le borse, le palpebre cadenti e gli inestetismi che appesantiscono gli occhi. Questo tipo di chirurgia estetica è di aiuto anche in campo oculistico, perché eliminando la ptosi palpebrale, consente di aprire meglio gli occhi garantendo la corretta ampiezza del campo visivo.

Il cedimento delle palpebre troppo accentuato è infatti causa di eccessivi sforzi nella visione da parte degli occhi. La blefaroplastica ringiovanisce le palpebre rilassate, ma non elimina del tutto le rughe e le zampe di gallina o le sopracciglia cadenti. In genere questa piccola procedura chirurgica viene realizzata insieme al lifting del viso o delle sopracciglia, in modo da trattare anche i cedimenti e le rughe di tutta la zona.


Blefaroplastica Napoli

Intervento di Blefaroplastica a Napoli

  • Perché fare la blefaroplastica?
  • Per chi è indicata la blefaroplastica
  • La blefaroplastica – l’intervento
  • Dopo la blefaroplastica
  • Rischi e complicanze della blefaroplastica
  • Il costo della blefaroplastica
  • Blefaroplastica nell'uomo
  • Blefaroplastica nella donna

  • Perché fare la blefaroplastica?

    Con il progredire dell’età, si evidenzia un eccesso di pelle nella zona degli occhi, provocata da una mancanza di elasticità che provoca anche la formazione delle rughe e delle grinze perioculari. Inoltre è possibile che con il tempo si evidenzi un certo accumulo di grasso sottocutaneo sulle palpebre. Tutto questo fa apparire “vecchi” gli occhi, con le rughe, gonfi e stanchi. Alcuni fattori genetici unitamente al regime alimentare e allo stile di vita possono far apparire anzitempo questi sintomi anche in persone non certo anziane. La chirurgia estetica degli occhi, con la blefaroplastica può restituire freschezza e tonicità alle palpebre, con il risultato di uno sguardo più giovane e vivace.

    Per chi è indicata la blefaroplastica

    I pazienti ideali per la blefaroplastica sono fisicamente sani, psicologicamente stabili e ben informati sulla procedura chirurgica e post chirurgica, requisiti comuni a tutti gli interventi di chirurgia estetica. In genere a richiedere la blefaroplastica per ringiovanire lo sguardo sono persone al di sopra dei 35 anni, mentre i pazienti più giovani spesso la richiedono per fattori ereditari, quindi per ritoccare la forma e il taglio degli occhi. L’anatomia personale e la qualità dei tessuti di ciascuno sono elementi che determinano la diversità dei risultati di un intervento di chirurgia estetica.

    La blefaroplastica – l’intervento

    La blefaroplastica può essere praticata sulla palpebra superiore, inferiore o su entrambe (blefaroplastica completa). Le incisioni sulla palpebra superiore formano una sorta di ellisse che ha un vertice in prossimità del canto interno dell’occhio e l’altro alcuni millimetri oltre il canto esterno. Si interviene in modo simile anche sulla palpebra inferiore, variando leggermente la forma delle incisioni, che risultano meno arcuate.

    Il chirurgo quindi separa il tessuto cutaneo da quello adiposo e muscolare, eliminando le porzioni in eccesso, come nel caso di borse sotto gli occhi. Le suture vengono praticate in modo da far risultare minime le cicatrici, che comunque combaceranno con le pieghe naturali delle palpebre superiori e, per la blefaroplastica inferiore, si troveranno appena al di sotto della rima palpebrale.

    La blefaroplastica viene praticata in anestesia locale, in genere in abbinamento con una sedazione endovenosa, in modo da non essere completamente vigili nel corso dell’intervento. L’anestesia generale per questo tipo di procedura ormai è quasi completamente abbandonata. I tempi operatori per una blefaroplastica completa bilaterale sono all’incirca di mezz’ora, ma chiaramente possono variare se la procedura è parte di un intervento più esteso, come il lifting del viso.

    Dopo la blefaroplastica

    Al termine dell’intervento, gli occhi dovranno essere lubrificati con un collirio che viene prescritto al momento della dimissione. Il maggiore fastidio della blefaroplastica è dato dalla presenza dei cerotti che coprono le incisioni, ma per la maggior parte dei casi, l’occhio non viene bendato e quindi il paziente può vedere. Insieme al collirio vengono prescritti gli antibiotici per prevenire le infezioni e gli antidolorifici da assumere al bisogno.

    Lo staff medico consiglierà alcune semplici regole comportamentali per favorire una corretta guarigione e vivere al meglio il periodo che segue la blefaroplastica, ad esempio:

    • L’igiene degli occhi
    • L’impiego di compresse fredde o di ghiaccio
    • L’uso di un collirio
    • Tenere la testa sollevata e dormire con due cuscini per almeno una settimana
    • Non sforzare la vista (televisione, lettura…)
    • Non bere alcolici
    • Non utilizzare lenti a contatto fino a guarigione completa.
    • Uscire preferibilmente con occhiali scuri
    • Non esporsi al sole

    I cerotti vengono eliminati entro una settimana (o anche meno) dopo l’intervento, mentre un certo fastidio può perdurare ancora per alcuni giorni. In genere le normali attività possono essere riprese già in capo ad una settimana evitando gli sforzi. Dopo tre settimane può essere ripreso gradatamente anche lo sport.

    Rischi e complicanze della blefaroplastica

    Dopo l’intervento di blefaroplastica è possibile che i pazienti avvertano sintomi come lacrimazione, prurito, bruciore agli occhi, secchezza, sensibilità alla luce e diplopia o visione distorta, che possono persistere per alcuni giorni. Questi fastidi possono essere alleviati seguendo le indicazioni comportamentali e applicando un buon collirio lubrificante. Anche un certo gonfiore alle palpebre rientra nelle normali conseguenze temporanee.

    Una complicanza della blefaroplastica, seppure non certo frequente, è la difficoltà a chiudere completamente gli occhi nel sonno, fatto provocato da una cicatrizzazione anomala. Per lo stesso motivo può evidenziarsi, in una ridotta percentuale di pazienti, una asimmetria degli esiti. Altri rischi sono quelli comunemente presenti in tutti gli interventi chirurgici, quindi associati all’uso di anestetici.

    Seguendo le adeguate prescrizioni e indicazioni pre e post operatorie, la maggior parte dei rischi sono facilmente prevenuti ed evitati, o comunque minimizzati. La visita di controllo preoperatoria ha anche lo scopo di valutare se il paziente è un buon candidato a questo tipo di intervento. Consultare quindi uno specialista chirurgo plastico affiancato da uno staff efficiente è quindi la migliore prevenzione!

    Il costo della blefaroplastica

    Il costo della blefaroplastica dipende essenzialmente dal tipo di intervento, cioè se viene realizzato solo sulle palpebre superiori, solo sulle inferiori o su entrambe.

    Blefaroplastica superiore
    È l'intervento limitato alle palpebre superiori e quindi con l’obiettivo di rimuovere l’eccesso cutaneo e adiposo venutosi a formare a causa del normale invecchiamento. La blefaroplastica superiore prevede una incisione la cui cicatrice è posizionata nella piega palpebrale e quindi normalmente non visibile. Si aggiunga inoltre che le palpebre tendono a formare cicatrici di ottima fattura.

    Blefaroplastica inferiore
    Quando l’inestetismo alle palpebre è dovuto prevalentemente al rigonfiamento inferiore sarà sufficiente la procedura di blefaroplastica inferiore che prevede l’asportazione degli accumuli adiposi ed eventualmente una piccolissima porzione di tessuto. Le cicatrici in questo caso sono lungo le ciglia e sono normalmente irrilevanti.

    Blefaroplastica nell'uomo

    L'estetica degli occhi, e spesso di tutto il viso, viene a volte offuscata dalla ptosi palpebrale cutanea (eccesso cutaneo) e dalla formazione di accumuli adiposi localizzati che disturbano l'armonia e la freschezza del volto. Il rilassamento delle palpebre è dovuto al normale processo d'invecchiamento ma talora può avere anche origine ereditaria.

    La blefaroplastica è molto efficace nell'uomo nel ridonare uno sguardo più giovanile e vivace. Il paziente idoneo presenta una o più delle seguenti caratteristiche:

     • pelle palpebrale in eccesso
     • effetto tristezza sullo sguardo dovuto alla forma cadente delle palpebre
     • borse agli occhi dovute ad accumulo adiposo periorbitale
     • zampe di gallina e rilassamento cutaneo

    La blefaroplastica di solito risolve questi inestetismi efficacemente. Talvolta per raggiungere un risultato migliore è necessario abbinare l'intervento al lifting temporale (nel caso del sopracciglio cadente) o al peeling laser (nel caso di rughe).

    Come sarà la visita con il chirurgo estetico?
    Durante la visita specialistica il chirurgo esaminerà la zona considerando in particolare la forma dell'occhio, il rilassamento cutaneo delle palpebre, la presenza di rughe, la presenza di accumuli adiposi (borse), la forma delle sopracciglia e la condizione generale del viso. Sarà invitato a illustrare le Sue aspettative e a commentare le cicatrici programmate. Verranno inoltre descritti altre informazioni relative all'intervento come rischi, complicanze, controindicazioni e caratteristiche del post operatorio.

    Dovrà portare la Sua storia medica; oltre alla rilevazione delle caratteristiche fisiche come il grado di dismorfia o il tipo di pelle, infatti, vengono raccolte informazioni relative allo stato di salute generale, all'ereditarietà di certi disturbi, alle patologie passate, alle allergie, agli interventi chirurgici subiti o alle terapie in corso. L'attenta anamnesi è fondamentale per rilevare eventuali controindicazioni o limitazioni alla chirurgia.

    Come sarà la preparazione all'intervento chirurgico di blefaroplastica?
    Nella fase preparatoria dell’intervento dovrà sottoporsi agli esami clinici .j prescritti durante il consulto medico. Se fuma - ridurrà la quantità di sigarette. Aspirine ed altri farmaci antinfiammatori possono aumentare il sanguinamento. Consultare il medico. Dovrà essere accompagnato il giorno dell'intervento e sia presente durante la prima notte.

    Come sarà il giorno dell'intervento di blefaroplastica?
    Si dovrà presentare il giorno pattuito all’ora che verrà indicata durante la visita specialistica e telefonicamente dal nostro personale di segreteria. È necessario il digiuno da almeno 7 ore e quindi di solito da mezzanotte. Verrà visitata dall' anestesista che verificherà nuovamente gli esami del sangue e ECG. Seguirà una visita con il chirurgo per il disegno dell'intervento programmato. L'atto chirurgico, della durata media di 30 minuti per una blefaroplastica superiore o inferiore, avverrà in anestesia locale e sedazione endovenosa.

    Le incisioni praticate nella palpebra superiore seguono un preciso disegno e la cicatrice finale sarà nascosta nella rima palpebrale e nelle pieghe d'espressione. Attraverso l'incisione si rimuove anche l'accumulo adiposo in eccesso. Per la palpebra inferiore, gli eccessi adiposi responsabili delle cosiddette borse vengono eliminati attraverso un'incisione che corre immediatamente sotto le ciglia. Dopo l'operazione verranno applicati i punti di sutura e gli appositi cerotti.Potrà riposare qualche ora prima di tornare a casa accompagnata a meno che sia stato concordata una accomodazione diversa. Riceverà inoltre tutte le indicazioni relative ai comportamenti da tenere nel post operatorio (riposo, movimenti da evitare, farmaci da assumere, ecc.).

    Come saranno le cicatrici dopo la blefaroplastica?
    Normalmente le cicatrici della blefaroplastica sono esteticamente trascurabili perché particolarmente sottili e nascoste nelle pieghe cutanee e nella rima palpebrale. Nell' uomo - non essendoci la possibilità di truccarsi le palpebre - la visibilità delle cicatrici è molto importante.

    Come saranno i giorni successivi alla blefaroplastica?
    La prima notte cenerà leggero e dovrà essere accompagnato. Stanchezza e intorpidimento sono normali. Per qualche giorno un certo gonfiore nella zona interessata è normale. Nei primi giorni la visione sarà disturbata dalla presenza dei cerotti che non permettono la normale dinamica delle palpebre. Per qualche giorno una certa lacrimazione è normale. Dovrà assumere i farmaci che Le sono stati prescritti e seguire attentamente le prescrizioni comportamentali postoperatorie. Si presenterà per le medicazioni successive, che di norma sono 2, secondo le scadenze che Le verranno comunicate. Le normali attività possono essere riprese mediamente dopo 8 giorni. A volte addirittura in meno tempo.

    Come sarà il risultato della blefaroplastica?
    L'intervento di blefaroplastica maschile dona una immagine più riposata e vivace. Il processo di guarigione è graduale e bisognerà attendere qualche settimana per ammirare il risultato davvero finale. Le cicatrici normalmente sono rossastre solo per qualche giorno e tendono a sbiadire progressivamente. I risultati durano nel tempo però sono comunque legati ai seguenti fattori: stile di vita, esposizione solare, ereditarietà, invecchiamento.

    Blefaroplastica nella donna

    L'estetica degli occhi, e spesso di tutto il viso, viene a volte offuscata dalla ptosi palpebrale cutanea e dalla formazione di accumuli adiposi localizzati (pelle e grasso in eccesso attorno agli occhi) che disturbano l'armonia e la freschezza dell'intero viso. Il rilassamento cutaneo palpebrale è dovuto al normale processo d'invecchiamento ma talora è di origine ereditaria.

    Sono una paziente adatta per la blefaroplastica?
    La paziente idonea a questo intervento ha una o più delle seguenti caratteristiche:



    • eccesso cutaneo che copre la piega palpebrale e a volte si appoggia sulle ciglia e oltre
    • effetto tristezza sullo sguardo dovuto alla forma cadente delle palpebre
    • disturbo della vista per eccesso di rilassamento palpebrale
    • borse oculari dovute ad accumulo adiposo periorbitale
    • occhiaie e depressione cutanea periorbitale- zampe di gallina e rilassamento cutaneo

    La blefaroplastica di solito risolve questi inestetismi efficacemente. Talvolta per raggiungere un risultato migliore è necessario abbinare l'intervento al lifting temporale (nel caso del sopracciglio cadente) o al peeling laser (nel caso di rughe).

    Come sarà la visita con il chirurgo estetico?
    Durante la visita di blefaroplastica verrà esaminata la zona considerando in particolare la forma dell'occhio, il rilassamento cutaneo delle palpebre, la presenza di rughe, la presenza di accumuli adiposi (borse), la forma delle sopracciglia e la condizione generale del viso. Sarà invitata a illustrare le Sue aspettative e a commentare le cicatrici programmate. Verranno inoltre descritti altre informazioni relative all'intervento come rischi, complicanze, controindicazioni e caratteristiche del post operatorio. Dovrà portare la Sua storia medica; oltre alla rilevazione delle caratteristiche fisiche come il grado di dismorfia o il tipo di pelle, infatti, vengono raccolte informazioni relative allo stato di salute generale, all'ereditarietà di certi disturbi, alle patologie passate, alle allergie, agli interventi chirurgici subiti o alle terapie in corso. L'attenta anamnesi è fondamentale per rilevare eventuali controindicazioni o limitazioni alla chirurgia.

    Come sarà la preparazione all'intervento chirurgico?
    Nella fase preparatoria dell’intervento dovrà sottoporsi agli esami clinici prescritti durante il consulto medico. Coloro che fumano dovranno ridurre la quantità di sigarette o ancora meglio dovranno astenersi dal fare uso di tabacco durante i giorni antecedenti all’intervento chirurgico. Farmaci anti infiammatori (Es.Aspirina) possono aumentare il rischio di sanguinamento e di ematomi post operatori. Per questo motivo è necessario – dopo aver sentito il proprio medico – ridurre o sospenderne l’uso. Se non programmato diversamente dovrà coordinare la presenza di un parente o un amico durante la prima notte. Ciò è necessario per un minimo d’assistenza notturna (Es. andare in bagno, prendere da bere). Comunque dopo la blefaroplastica da ripresa totale è quasi immediata.
     

    Come sarà il giorno dell'intervento?
    Si dovrà presentare il giorno pattuito all’ora che verrà indicata durante la visita specialistica e telefonicamente dal nostro personale di segreteria. È necessario il digiuno da almeno 7 ore e quindi di solito da mezzanotte. Verrà visitata dall' anestesista che verificherà nuovamente gli esami del sangue e ECG. Seguirà una visita con il chirurgo per il disegno dell'intervento programmato. L'atto chirurgico, della durata media di 20 minuti per una blefaroplastica superiore e inferiore, avverrà in anestesia locale e sedazione endovenosa. Le incisioni praticate nella palpebra superiore seguono un preciso disegno e la cicatrice finale sarà nascosta nella rima palpebrale e nelle pieghe d'espressione.



    Attraverso l'incisione si rimuove anche l'accumulo adiposo in eccesso. Per la palpebra inferiore, gli eccessi adiposi responsabili delle cosiddette borse vengono eliminati attraverso un'incisione che corre immediatamente sotto le ciglia. Dopo l'operazione verranno applicati i punti di sutura e gli appositi cerotti. Potrà riposare qualche ora prima di tornare a casa accompagnata a meno che sia stato concordata una accomodazione diversa. Riceverà inoltre tutte le indicazioni relative ai comportamenti da tenere nel post operatorio (riposo, movimenti da evitare, farmaci da assumere, ecc.)

    Come saranno le cicatrici?
    L'argomento cicatrici è molto importante ed in particolar modo nelle pazienti donne. Normalmente le cicatrici della blefaroplastica sono esteticamente trascurabili perché particolarmente sottili e nascoste nelle pieghe cutanee e nella rima palpebrale.

    Come saranno i giorni successivi?
    Tutti gli interventi chirurgici – in funzione dell’anestesia e dei vari farmaci impiegati – richiedono una certa attenzione per quanto riguarda l’alimentazione immediatamente post operatoria. E’ consigliabile rimanere molto leggeri assumendo cibi liquidi per le prime 24 ore. Si dovrà essere assistiti per alzarsi eventualmente durante la notte. Stanchezza e intorpidimento sono normali. Per qualche giorno un certo gonfiore nella zona interessata è normale. Nei primi giorni la visione sarà disturbata dalla presenza dei cerotti che non permettono la normale dinamica delle palpebre. Per qualche giorno una certa lacrimazione è normale. Dovrà assumere i farmaci che Le sono stati prescritti e seguire attentamente le prescrizioni comportamentali postoperatorie. Si presenterà per le medicazioni successive, che di norma sono 2, secondo le scadenze che Le verranno comunicate.

    Quando potrò riprendere le mie attività normali?
    Le normali attività possono essere riprese mediamente dopo 8 giorni. A volte addirittura in meno tempo.

    Come sarà il risultato della blefaroplastica?
    Questo intervento dona una immagine più riposata e serena al volto. Il processo di guarigione è graduale e bisognerà attendere qualche settimana per ammirare il risultato davvero finale. Le cicatrici normalmente sono rossastre solo per qualche giorno e tendono a sbiadire progressivamente. I risultati durano nel tempo però sono comunque legati ai seguenti fattori: stile di vita, esposizione solare, ereditarietà, invecchiamento.

    I numeri della blefaroplastica
    • Durata dell'intervento: 20 min.
    • Medicazioni post operatorie: 2 sedute
    • Tempo di permanenza in clinica: 5 ore
    • Ritorno al sociale: 8 giorni
    • Esposizione solare: 40 giorni dopo la chirurgia e comunque solo dopo il nulla osta del chirurgo

    Interventi che si possono associare
    • Lifting del sopracciglio
    • Lifting del viso
    • Botox

    PER MAGGIORI INFORMAZIONI E CONTATTI CLICCA

    Blefaroplastica Napoli



    blefaroplasticanapoli.it è un portale informativo gratuito che ha l'obiettivo di divulgare maggiori informazioni riguardo Blefaroplastica Napoli e rispondere ai vostri dubbi il più oggettivamente possibile.

    La nostra attenzione per gli interventi di Blefaroplastica Napoli ci ha portato negli anni a conoscere direttamente le migliori cliniche e le ultime novità del settore e siamo lieti di mettere a vostra disposizione tutta la nostra conoscenza.
    Blefaroplastica Napoli © 2016 STUDIOASCIONE | P.I. 00791860620 | Privacy Policy | Tech-Web Agency